HOME || ITALIANO || LATINO || FILOSOFIA || STORIA ||
BISOGNA AVERE IL CAOS DENTRO DI SE' PER PARTORIRE UNA STELLA DANZANTE

Una stella si forma dalle nebulose ed in particolare dai globuli di Bock, addensamenti di grandi quantità di polveri e gas scuri e nettamente circoscritti rispetto alla nebulosa. A causa di una qualche onda d’urto, provocata nella maggior parte dei casi dall’esplosione di una qualche stella vicina, I globuli si frammentano e tendono ad aggregarsi per l’attrazione gravitazionale, ciò provoca energia cinetica e quindi aumento di temperatura. Si crea quindi una protostella, da cui partono radiazioni infrarosse. La contrazione continua a causa della forza di gravità, il nucleo si riscalda e se la massa non è sufficiente, la contrazione si ferma, il corpo si raffredda e nasce una nana bruna; se è sufficiente si innescano nuove reazioni termonucleari di idrogeno in elio, per I quali non vale la legge di Lavoisier. La pressione aumenta a causa del calore fino a compensare la forza di gravità. Quando tutto l’idrogeno è consumato l’elio collassa instaurando nuove reazioni termonucleari che trasformano l’elio in carbonio. A causa della temperatura, l’involucro gassoso si espande fino a raggiungere un equilibrio con la forza di gravità, dando vita ad una gigante rossa. Se la massa è sufficiente si creano altre reazioni termonucleari, producendo via via altri elementi chimici. Se la massa è poco inferiore a quella del sole, la stella collassa gradualmente, gli atomi all’interno risultano immersi in un mare di elettroni. E’ la nana bianca, priva di energia nucleare, lentamente si raffredderà. Se la massa è invece come quella del sole o poco maggiore, prima di diventare una nana bianca, espellerà I propri strati esterni, che, trascinati dal vento stellare, darò origine a delle nebulose planetarie. In alcuni casi può esplodere, aumentando la luminosità talmente tanto che gli antichi studiosi pensavano fosse una nuova stella, per questo chiamata novae.Se la massa è di almeno una decina di volte maggiore di quella del sole, oltre a nuove reazioni termonucleari, si innesca un’esplosione violentissima che lancia parte della stella nello spazio(è la supernova), mentre il materiale rimasto forma una stella di neutroni , giacché per reazioni termonucleari, elettroni e protoni si sono fusi assieme. Se la massa è invece qualche decine di volte maggiore di quella del sole, la supernova aumenta la propria densità fino a formare un corpo relativamente piccolo, ma con campo gravitazionale enorme. Si forma quindi un buco nero, per il quale nessuna delle leggi conosciute vale!



FRANCESE || ARTE || SCIENZE || FISICA || GUESTBOOK ||